Il nostro cervello è l’organo più complesso che abbiamo. La sua complessità lo rende ancora oggi un oggetto di ricerca affascinante e stimolante per gli studiosi di tutto il mondo.

Spesso però sentiamo parlare del cervello quando funziona male o non funziona come dovrebbe, quando per esempio ci arriva la notizia di un parente o di un conoscente che ha una malattia come l’Alzheimer.

A questo punto sentiamo dettagli di tutto quello che non funziona più, dal linguaggio alla memoria, dalla capacità di rimanere attenti al riconoscimento delle persone care.

Discipline come la neuropsicologia, che cerca le correlazioni tra i processi cognitivi e le parti del cervello implicate in quei processi, hanno avuto una grande sviluppo negli ultimi anni.

Uno degli argomenti più studiati recentemente sono le funzioni esecutive.

Se prendiamo in considerazione le nostre capacità cognitive, possiamo dividerle in due grandi gruppi: capacità cognitive di base, come l’attenzione e la memoria, e capacità cognitive di alto livello, le funzioni esecutive.

Ricercatori come Kerr e Zelazo (2004) e Anderson (2008), dividono le funzioni esecutive in cold hot. Le funzioni esecutive cold sono più cognitive e meno influenzate dalle emozioni:

controllo dell’attenzione, quando abbiamo bisogni di inibire una risposta o di mantenere l’attenzione a lungo o di selezionare tra le informazioni che ci arrivano, quelle che ci interessano;

stabilire obiettivi, comprende il pensiero strategico, la pianificazione di azioni per raggiungere un traguardo, comprese l’iniziare l’azione e il risolvere i problemi;

flessibilità cognitiva, come la capacità di spostare l’attenzione da uno stimolo ad un altro, trasferire un concetto appreso in un campo ad un altro campo;

Le funzioni hot si chiamano così proprio perché basate sulle emozioni e sensibili alla ricompensa:

consapevolezza, cioè la capacità di comprendere i propri bisogni e i propri desideri. La consapevolezza comporta la capacità di auto-valutare il proprio comportamento e le proprie abilità. Questa capacità ci permette di conoscere i nostri pensieri, le nostre emozioni e le nostre abilità (Aronson, 2000);

teoria della mente, anche conosciuta come TOM (Theory of Mind). Questa è la capacità che ci permette di comprendere la prospettiva di un’altra persona (“io penso che tu pensi che io penso..”);

giudizio morale, prendere delle decisioni sulla base di regole e criteri precisi.

Nella seconda parte vedremo come le funzioni esecutive influiscono sul gioco e gioco responsabile.

Se siete curiosi di scoprire come il funzionamento della mente, influenzi abilità e stile del vostro poker, partecipate alla ricerca PokerMapper come volontari.

Dott. Mauro Schiavella

Bibliografia

Anderson V – Anderson PJ – Jacobs R – Smith MS (2008),  “Development and assessment of executive function: from preschool to adolescence”. In Anderson V – Jacobs R – Anderson PJ (Eds), Executive functions and the frontal lobes: a lifespan perspective, 123-154, New York, NY, Taylor & Francis.

Aronson E – Wilson TD – Akert RM (2000), Social Psychology, Pearson.

Goldberg E (2009)The new executive brain: frontal lobes in a complex world,  Oxford University Press, New York, NY.

Kerr A – Zelazo PD (2004),  “Development of “hot” executive function: the children’s gambling task”,  Brain Cogn, Jun 55(1):148-157.

Norman DA -Shallice T (1980), “Attention to action: Willed and automatic control of behaviour”. In Gazzaniga MS (2000). Cognitive neuroscience: a reader. Oxford: Blackwell.

ARTICOLI CORRELATI:

Gioca responsabilmente! Sì, ma cosa vuol dire?

CLICCA E LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI SCIENZA E POKER

 

https://i1.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2016/06/funzioni-esecutive.jpeg?fit=650%2C350https://i1.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2016/06/funzioni-esecutive.jpeg?resize=150%2C75Dott. Mauro SchiavellaNewsScienza e Pokerfunzioni esecutive,gioco responsabile,news,pokerIl nostro cervello è l’organo più complesso che abbiamo. La sua complessità lo rende ancora oggi un oggetto di ricerca affascinante e stimolante per gli studiosi di tutto il mondo. Spesso però sentiamo parlare del cervello quando funziona male o non funziona come dovrebbe, quando per esempio ci arriva la...Notizie sul gioco, news dai Casinò,  eventi internazionali e tornei di poker