Decidere di fare un bluff è una scelta che dev’essere raggiunta considerando una serie di elementi che rappresentano i presupposti essenziali affinché la giocata in questione vada a buon fine.

Gli elementi in questione sono innanzitutto l’avversario, dobbiamo sempre scegliere bene il giocatore a cui fare un bluff, in secondo luogo bisogna considerare il piatto, il suo valore dev’essere importante, in altre parole deve valerne la pena per il rischio preso e infine bisogna rileggere la mano con freddezza cercando di capire se il board permette una giocata azzardata.

Nel video postato in questo articolo possiamo “apprezzare” un bluff piazzato da Dwan a Sammy George in un torneo HU. La mano in questione non è proprio uno dei migliori esempi di bluff ed il fatto che la giocata sia andata in porto non significa che sia stata tecnicamente giusta. Analizziamola insieme.

Siamo al Full Tilt Millennium Dollar Challenge Dwan apre 7-2 off da button fino a 6.000 e Sammy flatta da BB con A-6. Il board si presenta monotono a cuori J A 6, BB checka e Durrrr betta 10.000 su 12.000 di pot. Segue il check raise fino a 27.000 di George al quale Tom si appoggia in posizione. Turn casca 3c e Sammy George opta per il check/call alla bet di 48.000 di Dwan.

Al river si paira il board con un 3 di quadri e il big blind checka ancora, il piatto ha raggiunto 162.000 e Durrrr dopo aver tankato decide di overpottare allin per 479.000 contro i 358.000 dell’avversario. Un’ over bet incredibile che costringe al fold Sammy.

La decisione presa da Tom gli ha fatto vincere il piatto ma la domanda è :” valeva la pena rischiare tutto per un piatto che non avrebbe cambiato le sorti del HU?” Se Durrrr avesse perso il piatto avrebbe comunque potuto continuare la sfida con 150X circa ma invece di giveuppare ha deciso di forzare la mano per vincere un piatto che comunque non avrebbe cambiato le sorti dell’heads up.

Sicuramente ha optato per questa scelta perché ha capito che se avesse fatto una bet importante vicina al piatto l’avversario era in modalità check call quindi piuttosto che arrendersi al river ha provato a costringere George al fold.

Ognuno di voi può considerare la scelta di Dwan giusta o sbagliata, l’importante è che quando decidete di articolare un bluff abbiate sempre presente che tra le opzioni possibili c’è anche la possibilità di rinunciare a questa giocata.

 

https://i1.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2015/01/tom-dwan.jpg?fit=600%2C323https://i1.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2015/01/tom-dwan.jpg?resize=150%2C75GongyboyNewsPoker Handsbluff,durrrr,Dwan,news,pokerDecidere di fare un bluff è una scelta che dev'essere raggiunta considerando una serie di elementi che rappresentano i presupposti essenziali affinché la giocata in questione vada a buon fine. Gli elementi in questione sono innanzitutto l’avversario, dobbiamo sempre scegliere bene il giocatore a cui fare un bluff, in secondo luogo...Notizie sul gioco, news dai Casinò, aggiornamenti da eventi internazionali e tornei