Nozioni di Poker. Restiamo questa settimana su argomenti statistico-matematici tanto cari a chi vi scrive.

E’ molto utile, per migliorare nel nostro gioco, conoscere le varie combinazioni di carte: quando e quanto possono capitarci e come ci può essere utile conoscere queste informazioni.

Quando? Sostanzialmente sempre. Ad ogni distribuzione di carte ho la medesima possibilità della mano prima di avere quelle particolari due carte… True? Yes!

La base della nostra “scienza” è indagare quante diverse combinazioni esistono in una o più situazioni.

Ad esempio: in quanti e quali modi diversi può capitarvi 44? Quante combinazioni di J10 si hanno in un flop che mostra J56? Quanti modi di far scala esistono se il board recita K98?

Partiamo dalle basi…

“Any two cards” hanno 16 diverse combinazioni di capitarvi (AQ, 73, K10, ecc). Se infatti proviamo a scrivere su un post-it tutte le combinazioni diverse di A e Q a seconda del seme arriveremo a un elenco di 16.

“Coppia servita” ha solo 6 diverse combinazioni. Ogni seme abbinato a sua volta con la stessa carta di diverso seme…con il medesimo esercizio di cui sopra arriveremo a un elenco di 6.

Facilmente si può quindi notare che la possibilità di ricevere carte “spaiate” è quasi tripla rispetto alla possibilità di ricevere una coppia servita.

Ma questo è un dato pressoché inutile se pensiamo che le combinazioni possibili di carte servite diverse sono ben 1326!

Quindi non ci resta che indagare meglio le combinazioni possibili quando le carte diventano note (almeno un po’…), come ad esempio post-flop.

Abbiamo QJ su un flop Q93 (non ci interessano i semi a colore). Quante possibilità abbiamo di scontrarci con un KQ con kicker superiore o con un 99 che “setta”?

Come calcoliamo le possibili combinazioni di KQ al tavolo? Possiamo contare come “possibilmente in giro” 4 K e 2 Q

Le combinazioni sono pari al prodotto delle carte “in giro” e disponibili. Quindi C = 4* 2 = 8

E di trovare 99?

Combinazioni uguali a 3 carte 9 in giro * (3-1) il tutto da dividere poi per 2.

Quindi si moltiplicano le possibili carte non note per le stesse meno 1. E il risultato lo si divide per 2.

Esistono quindi 3 possibili combinazioni diverse di coppie di 9 (come di altre coppie ad esempio di 3) in giro che ci batterebbero!

Interessanti prospettive questa settimana no? Vi tengo, giustamente visto l’estate, al caldo, sino la prossima settimana!

https://i0.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2016/06/startinghands.jpeg?fit=650%2C350https://i0.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2016/06/startinghands.jpeg?resize=150%2C75Dott.FigioNewsNozioni di Pokernews,nozioni di poker,Starting-HandsNozioni di Poker. Restiamo questa settimana su argomenti statistico-matematici tanto cari a chi vi scrive. E’ molto utile, per migliorare nel nostro gioco, conoscere le varie combinazioni di carte: quando e quanto possono capitarci e come ci può essere utile conoscere queste informazioni. Quando? Sostanzialmente sempre. Ad ogni distribuzione di carte...Notizie sul gioco, news dai Casinò, aggiornamenti da eventi internazionali e tornei