Da alcune frasi sparse qui e là negli ultimi articoli mi sembra quasi di sostenere che la risposta alla domanda posta nel titolo possa esser affermativa: dalla mia esperienza e dagli studi teorici e statistici di poker che ho fatto risulterebbe che il gioco dal vivo sia molto più “facile” di quello online.

Non solo: anche approfondendo aspetto più psicologico-emotivi la risposta sembrerebbe non cambiare, anzi forse quasi va a rafforzarsi.

Vediamo quindi in questo e nel prossimo articolo le vere ragioni.

Il giocatore live basa tutto su sensazione ed esperienza; il vero giocatore online studia, usa software di tracking, pianifica la sua attività nel dettaglio. Questo dal punto di vista dei “forti”. Da quello dei “maniac”: il giocatore live occasionale è il pollo da spennare al tavolo che qualcosa di poker sa.

Quello online è un totale imbecille che perde tutto, ma nella singola mano spazza via tutto a te per una volta.

E’ chiaro quindi che esser un discreto giocatore e imbattersi con timore reverenziale in un tavolo cash live è comunque più semplice che doversi riparare sia dai maniac sia da regularissimi online!

Questo ci porta già ad una seconda ragione per la quale il Live mi risulta più semplice: Online i soldi sono più “volatili” e i giocatori tengono meno a rispettarli. “Ma sì…tanto mi son seduto con 5€ di stack al cash online e mi son divertito mezz’ora” risulta ben diverso dal “Ma sì…tanto per 300€ di seduta al casinò mi son divertito mezz’ora…”! O no?

Questo approccio porta degli amatori online a giocare troppo e male e a rovinare medie e statistiche di crescita di bankroll di chi ci vuole credere o provarci!

Questo “comportamento” dei novizi ha portato nel tempo a modificare i comportamenti anche dei regular online, quelli che si affacciano anche a tavoli cash ben più importanti dei “nostri micro o low”.

L’esempio più classico? Andate a dire a un regular online di non controrilanciare con A-vestito suited da late position ma semplicemente di appoggiars. Vi darà del matto.

Suggerite la medesima mossa al vecchietto che vedete in sala al Casinò e ti dirà “ehi sbarbato, non c’è bisogna che tu me lo dici” (il congiuntivo non lo conosce!).

Anche per questo l’Online risulta più difficile: più difficile leggere, capire, giocate più aggressive e spesso non giustificate da odds e simili.

https://i2.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2017/09/facile-poker.png?fit=600%2C300https://i2.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2017/09/facile-poker.png?resize=150%2C150Dott.FigioNewsNozioni di Pokergioco,nozioni di poker,poker live,poker onlineDa alcune frasi sparse qui e là negli ultimi articoli mi sembra quasi di sostenere che la risposta alla domanda posta nel titolo possa esser affermativa: dalla mia esperienza e dagli studi teorici e statistici di poker che ho fatto risulterebbe che il gioco dal vivo sia molto più...Notizie sul gioco, news dai Casinò,  eventi internazionali e tornei di poker