Sulla scorta del precedente articolo dedicato ai players online, vediamo ora come si può valutare l’educazione ai tavoli live, anche vista la recente frequentazione di chi scrive nella pausa pasquale sia con un MTT purtroppo durato poco sia con 3 sessioni cash che invece si sono rivelate molto profittevoli.

Anche qui partiamo dal poker live primordiale…quando in Italia i casinò ospitavano sporadicamente tornei, riempivano il sabato sera sì e no 2 tavoli cash e la “seduta” era più cara per tutti.

Allora al tavolo cash c’era un comportamento da casinò “old-style”: gente ben vestita, educata, disposta a spendere, sicuramente meno avvezza e preparata.

Ai tavoli di “sportivo” invece iniziava a crescere la “moda”: cappellini, auricolari, occhiali…. “whatsamericanboy” style che avrebbe favorito poi il “boom” del texas tra il 2008 e il 2011.

Qui i giocatori iniziavano a esser più preparati a livello tecnico e tattico, ma anche più saccenti, presuntuosi…ecc…una policy al tavolo quindi sicuramente meno qualificante per una sala da gioco.

Molte sale da gioco non hanno inizialmente creduto con forza ai benefici che avrebbe potuto portare alle loro casse il Texas e ancora oggi ne stanno scottando le conseguenze.

Via via che il poker ha vissuto il suo periodo di massimo splendore questi effetti sono andati “esponenzializzandosi” e il giocatore di cash è sempre stato più “infettato” da alcuni atteggiamenti negativi del tipico giocatore sporadico da torneo… Si va al torneo, si esce subito perché scarsi, si fa la propria scenata e si decide di perdere altri soldi al cash….tipica giornata di un loose-passive online che, fatto un bel colpo monetario, decide di misurarsi live, e perde.

Oggi, e già da un paio d’anni, invece si assiste genericamente a degli effetti contrari: è di molto migliorata la policy al tavolo da torneo; molte volte si rivelano veri momenti di amicizia, scambio e confronto tra molti player e il giocatore a cui “gli darei due schiaffi” è molto meno presente oppure sa mordersi di più la lingua. E, quando c’è, viene spesso isolato da tutti gli altri.

Al tavolo cash invece, al quale arrivano in prestito regular di altri giochi d’azzardo ben meno di abilità rispetto al nostro poker texano, è più frequente assistere a scenate di ordinaria follia di chi perde tutto per una presunta “sbarbarata”!

Ci piace veramente questo sport e vogliamo migliorarlo giorno dopo giorno?

Torniamo ai tavoli cash di una volta e giochiamo i tornei con una sana competizione sportiva!

https://i2.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2018/03/policy.jpg?fit=920%2C518https://i2.wp.com/www.ilgiornaledelpoker.com/wp-content/uploads/2018/03/policy.jpg?resize=150%2C150Dott.FigioNewsdottfigio,live,news,nozioni di poker,poker,policySulla scorta del precedente articolo dedicato ai players online, vediamo ora come si può valutare l’educazione ai tavoli live, anche vista la recente frequentazione di chi scrive nella pausa pasquale sia con un MTT purtroppo durato poco sia con 3 sessioni cash che invece si sono rivelate molto profittevoli. Anche...Notizie sul gioco d’azzardo, eventi in casino, tornei, regole